UN SERVIZIO CIVICO PER SORVEGLIARE LA SCALA DEI TURCHI

È iniziata il 1° maggio una nuova era per la Scala dei Turchi di Realmonte. Dopo le polemiche ed i numerosi interventi politici, la bianca marna sarà da oggi interamente gestita dal Comune.Solo poco più di un mese addietro era stato il Sindaco di Realmonte, Calogero Zicari (in foto), a dire un fermo “NO” alla gestione privata della Scala dei Turchi, candidata a divenire Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Una vicenda che ha origine in alcune particelle (le 334-335-336 del foglio di mappa catastale numero 23) della Scala dei Turchi che sarebbero risultate di proprietà di un 70enne di Realmonte e che negli ultimi anni ha visto addirittura l’apposizione sulla marna bianca di alcuni cartelli con la scritta “Proprietà privata“. La scoperta, quasi per caso, fu fatta pochi anni fa, quando i tecnici osservarono planimetrie e mappe, rendendosi conto che la linea demaniale si interrompe proprio davanti alla Scala dei Turchi, dove comincia una proprietà privata che dalla campagna si estende fino agli scogli.

Dalla scoperta, iniziò un vero “braccio di ferro” fra il Comune ed il proprietario che ha voluto affidare la gestione all’associazione ambientalista MareAmico la quale avrebbe previsto (nelle intenzioni), per i visitatori, il pagamento di un ticket di ingresso di tre euro da destinare poi ad interventi per la tutela della famosa Scala.

Ora la gestione, la cura, la manutenzione e la sorveglianza della scogliera di marna bianca sarà invece garantita dal Comune di Realmonte che dal 1° maggio sta garantendo l’ingresso libero grazie a 10 lavoratori stagionali che si stanno occupando interamente del sito.

“Gli addetti – viene spiegato in una nota dell’amministrazione comunale – dovranno prestare attenzione a che nessuno alteri lo stato dei luoghi, segnalando prontamente detti fatti all’autorità locale di vigilanza ed inoltre si occuperanno di rimuovere eventuali rifiuti abbandonati dai villeggianti.”

All’avviamento della nuova attività erano presenti, oltre il personale del Servizio Civico, il sindaco Calogero Zicari, anche gli assessori comunali ed il gruppo comunale della Protezione Civile.”

Gli addetti del Servizio Civico, nell’occasione, sono coordinati da un tutor impiegato comunale.

About the author: Pascal McLee

La mia vita in due parole… Dopo aver frequentato la Scuola Superiore in Liguria, mi sono trasferito a Torino, dove ho seguito gli studi universitari di Ingegneria Elettronica al Politecnico. Ritornato in Liguria, attualmente il mio lavoro è in stretta correlazione con il web ed i computer. Mia moglie ed io viviamo nella verde Garlenda, in Liguria, provincia di Savona.