REALMONTE, LA CATTEDRALE È SOTTOTERRA

Il giacimento di salgemma di Realmonte si sviluppa fino a 600 metri sotto il livello del mare e nasconde un tesoro inaspettato. La Stampa Viaggi del 21 aprile 2017, in versione online, riporta un interessante articolo sulla Cattedrale che è stata ricavata nella Miniera di sale del Comune di Realmonte.

“Agrigento ospita bellissimi edifici religiosi e la Cattedrale di San Gerlando cela anche qualche divertente curiosità. Ma non solo di sacralità si parla quando si nomina, invece, la Cattedrale di Realmonte, una piccola cittadina in prossimità di Agrigento dove è possibile vivere un’esperienza unica in quella che viene chiamata la Cattedrale del Sale. Si tratta di un’antica miniera di salgemma, un giacimento che si è formato circa 6 milioni di anni fa ed è oggi una delle più importanti fonti di estrazioni di sale presenti in terra siciliana. Si trova a pochi passi dalla falesia di Scala dei Turchi, una particolare scalinata di roccia bianca che si tuffa a picco sul mare, e si sviluppa fino a 600 metri sotto il livello del mare.

La Cattedrale del sale di Realmonte

A meno di 100 metri sotto la superficie e circa 30 sotto il livello del mare, percorrendo gallerie e cunicoli che si dipanano in vari livelli, si scopre un tesoro unico al mondo non solo per la sua particolare ubicazione ma anche per le sue straordinarie caratteristiche. La Cattedrale del Sale, infatti, è una struttura scolpita direttamente nella roccia salina dai minatori. E’ larga 20 metri ed alta 8, la sua lunghezza arriva a 100 metri, può ospitare fino ad 800 posti a sedere e la sua acustica fa invidia ai migliori teatri dell’opera. Al suo interno vi sono custodite diverse opere che comprendono capolavori scolpiti nelle pareti di sale come bassorilievi, acquesantiere, una cattedra vescovile, la mensa e l’ambone con una croce e un cero pasquale.

Ogni anno, il 4 dicembre, vi viene celebrata la messa di Santa Barbara, protettrice dei minatori: tra i bassorilievi si trova, infatti, la raffigurazione di Santa Barbara oltre alla Sacra Famiglia e a Gesù Crocifisso. Scendendo verso i 75 metri dalla superficie si ammira un vero capolavoro della natura: si tratta di una sorta di Rosone formatosi naturalmente dall’incrocio del salgemma con altri sali che formano cerchi concentrici di diversi colori che danno vita ad una vera spirale naturale ricca di sfumature contrastanti. E’ possibile visitare questi capolavori naturali, compresa la Cattedrale regolarmente consacrata, ogni ultimo mercoledì del mese. Si deve accedere alle gallerie con un bus navetta dedicato che percorre cunicoli e gallerie portando gli escursionisti direttamente sotto terra. Ecco come una miniera di sale diventa un’attrazione turistica degna di essere visitata.”

About the author: Pascal McLee

La mia vita in due parole… Dopo aver frequentato la Scuola Superiore in Liguria, mi sono trasferito a Torino, dove ho seguito gli studi universitari di Ingegneria Elettronica al Politecnico. Ritornato in Liguria, attualmente il mio lavoro è in stretta correlazione con il web ed i computer. Mia moglie ed io viviamo nella verde Garlenda, in Liguria, provincia di Savona.