RACCOLTA DIFFERENZIATA: QUANDO IL SUD SALE IN CATTEDRA…

Il servizio di raccolta differenziata, che da un anno Realmonte sta sperimentando con lusinghieri risultati, è stato scelto quale fattivo “esempio” per un Consorzio che, in provincia di Varese, gestisce il “porta a porta” in una trentina di Comuni.

Una delegazione del Consorzio Coinger di Brunello (in provincia di Varese) ha visitato nei giorni scorsi il Comune di Realmonte, per verificare la bontà del sistema integrato “Waste Monitoring System”, adottato ed andato a regime ormai da diversi mesi, per la tracciabilità ed il monitoraggio dei servizi di raccolta differenziata nei territori sia di Realmonte che di Porto Empedocle.

Il sistema che il Consorzio del varesotto ha voluto testare “sul campo” consente infatti di rilevare in tempo reale il percorso della flotta degli automezzi adibiti alla raccolta, la lettura dei microchip istallati nei mastelli e la geo-localizzazione degli stessi, utilizzati dalle utenze, con possibilità di segnalazione al sistema di controllo delle difformità. Un sistema che è stato possibile mandare a regime fin da subito attraverso un dispositivo elettronico, una sorta di braccialetto che viene messo al polso dall’operatore ecologico che, in tempo reale, acquisisce la lettura dei microchip.

La delegazione, della quale faceva parte l’Amministratore Unico di Coinger Fabrizio Taricco ed il Direttore generale Paride Magnoni, hanno fin dal mattino monitorato il servizio di raccolta nel territorio di Realmonte, verificando la funzionalità e l’efficienza del sistema. Motivo della visita è stato proprio l’avvio da parte del Consorzio Coinger, della tariffa puntuale, dove la conoscenza dei dati di raccolta è fondamentale per una corretta applicazione della tariffa. Nei trenta comuni serviti dalla Coinger si arriva a percentuali di raccolta differenziata superiori al 78% e con la restante parte, avviata ad impianti per la trasformazione in combustibile da rifiuti.

La delegazione è stata ricevuta dal Sindaco di Realmonte Calogero Zicari, insieme al presidente di Iseda Alfredo Consiglio, al direttore tecnico Michele Genuardi, all’ingegnere progettista Pasquale Lepore e al tecnico informatico Alfredo Salvatore.

In particolare, il primo cittadino di Realmonte ha evidenziato i miglioramenti ottenuti dopo l’avvio della raccolta differenziata, mentre la delegazione si è complimentata per i risultati raggiunti dalla sinergia messa in campo a Realmonte dal Comune e dalle imprese della Realmarina che curano il servizio, Iseda, Icos ed Ecoin.

About the author: Pascal McLee

La mia vita in due parole… Dopo aver frequentato la Scuola Superiore in Liguria, mi sono trasferito a Torino, dove ho seguito gli studi universitari di Ingegneria Elettronica al Politecnico. Ritornato in Liguria, attualmente il mio lavoro è in stretta correlazione con il web ed i computer. Mia moglie ed io viviamo nella verde Garlenda, in Liguria, provincia di Savona.