BERTA CEGLIE

Berta Ceglie Attrice/Regista

Berta Ceglie. al secolo  Maria Stornaiuolo, una laurea conseguita presso l’Università degli Studi di Palermo, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di laurea DAMS, nasce a Porto Empedocle (AG), la Vigata resa celebre dal suo concittadino, lo scrittore Andrea Camilleri, ma ad oggi risiede ad Aci Trezza, nel catanese.

Dopo una breve parentesi da cabarettista con Michele Guardì e Enzo Di Pisa a Palermo, nella stagione ‘73-‘74, inizia una lunga esperienza teatrale, che la vedrà calcare le scene dal 1978 al 2003, impegnandosi anche in tourneè intenzionali nei teatri di Broadway, di Buenos Aires ed in Australia, promuovendo il progetto “Italy on Stage”.

Dagli inizi degli anni Duemila si cimenta come autrice di testi per il teatro e la TV ed anche come regista.

Notevole il suo impegno come direttrice artistica in alcune stagioni teatrali ed in festival internazionali. Ha preso parte a Stage e Laboratori ed ha perseguito numerosi studi personali nella cultura Yoga, Tai Chi e Reiki.

In questo 2018, dal 21 luglio al 23 agosto, al Teatro Costabianca di Realmonte, va in scena “Maree mediterranee”, una serie di performances teatrali sotto la sua direzione artistica.

Una rassegna teatrale che parla siciliano e che parla ai siciliani. Che racconta la nostra isola di fuoco, terra e dolore, e lo fa attraverso il potere della propria lingua. Tutto questo sarà “Maree mediterranee”, otto spettacoli che saranno portati in scena al Teatro Costabianca di Realmonte a partire dal 21 luglio prossimo e che sono stati scelti e curati dall’attrice e regista teatrale Berta Ceglie.

“Maree mediterranee – spiega la direttrice artistica – è la classica isola che accoglie, che restituisce e che si impossessa di un patrimonio che, in questo caso, è la nostra lingua, il siciliano. Sarà uno scrigno che contiene tutto: la danza, il canto, la recitazione. Tutto quello che chiunque arrivi dal mare lascia in eredità e che, in Sicilia, diventa patrimonio personale”.

Primo appuntamento quindi il 21 luglio con “La Cummedia Divina – Infernu”, adattamento scenico della traduzione in siciliano del libro dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri, realizzata nei primi del ‘900 dal filologo messinese Tommaso Cannizzaro. Un’opera di enorme impatto visivo ed emotivo che ha già raccolto grandi successi ed è stata portata in scena in location affascinanti come le Gole dell’Alcantara. Per la prima volta arriverà nell’agrigentino, portando, davvero, “l’infernu” sulla terra.

 


Video promozionale dello spettacolo teatrale Cummedia Divina” Infernu – Dante Alighieri

#scaladeiturchi | #visitrealmonte | #visitsicily | #teatrocostabianca

Condividi su

About the author: Pascal McLee

La mia vita in due parole... Dopo aver frequentato le scuole superiori in Liguria, mi sono trasferito a Torino, dove ho seguito gli studi universitari di Ingegneria Elettronica al Politecnico. Ritornato in Liguria, attualmente il mio lavoro è in stretta correlazione con il web ed i computer. Mia moglie ed io viviamo nella verde Garlenda, in Liguria, provincia di Savona.