A MÈTITURA

Siamo alla Vigilia di Pasqua ed i pensieri della gente si avvicinano di più ai valori veri e semplici: la terra, il lavoro, la famigliaL’angolo della letteratura propone una poesia di Giuseppe Meli, con una forte connotazione autobiografica, che pur vivendo lontano dalla sua terra natia, porta sempre nel cuore il suo paese e gli amici di un tempo.

A MÈTITURA
11 maggio 2003

Sutta lu suli, lu suli cucenti,
di matina in sira cu la faci in mani,
lu suli coci, e l’acqua ci arrifrisca,
e lu suduri scula, e nun finisci mai.

Nesci lu focu di intra lu lavuri.
Lu mitituri cuntinua a tagliari,
jorna ca nun si cuntinu li uri.

Lu jornu è longu e nun finisci mai,
cavudu ca tratteni lu sciatu,
righennu la facci, taliannu lu cielu.
‘nti na chianura aria, nun cinnè nenti.

Taglia lu lavuri, cu la faci lucenti,
si fa lu riposu pi iri a manciari,
nun ci su’ arbuli e si mancia ‘nta lu suli.

La gula è sicca e nun si pò agliuttiri,
si mancia pani e acqua pi putiri calari.
Si ripigghia a metiri lu lavuri
dicennu la prighera a lu Signuri:

“Via Gesù e viva Maria,
sutta lu focu, cu tanta alligria,
facennu jorna di diciottu uri
d’intra l’Infernu cu la faci in mani,
lu ligaturi cuntinua a ‘nfasciari,
vivennu sempri e jittannu suduri.
S’arriva a la sira e cumincia lu scuru.
E passa un jornu e ringraziamu u Signuri.”

Chissa era la vita di lu mitituri,
si guadagnava lu pani cu’ sangu e suduri.

 


GIUSEPPE MELI

Giuseppe Meli

Giuseppe Meli, classe 1931 e realmontese di origini, come tanti altri suoi coetanei nati al Sud del nostro Paese, ad un certo momento della vita si è trovato costretto ad abbandonare la sua terra, l’amato paese di Realmonte, per andare a cercare “fortuna” nel “profondo” Nord.

Siamo verso la fine degli anni ‘50 e per il giovane Giuseppe si apre un nuovo mondo.

Terzo di otto figli, è cresciuto seguendo l’ideale di una famiglia sana, unita, legata alle tradizioni ed ai veri valori.

Molto legato alle vicende del suo paese natale, con orgoglio ed attaccamento, continua a mantenerne vive le tradizioni ed i ricordi fra gli amici ed i familiari.

Condividi su

About the author: Pascal McLee

La mia vita in due parole... Dopo aver frequentato le scuole superiori in Liguria, mi sono trasferito a Torino, dove ho seguito gli studi universitari di Ingegneria Elettronica al Politecnico. Ritornato in Liguria, attualmente il mio lavoro è in stretta correlazione con il web ed i computer. Mia moglie ed io viviamo nella verde Garlenda, in Liguria, provincia di Savona.